Nulla da fare neanche dinanzi al Tar del Lazio per l’Avellino: il ricorso del club irpino è stato respinto e pertanto rigettata in via definitiva l’iscrizione al campionato di Serie B. Un ein plein negativo in tutte le sedi istituzionali per il Presidente Taccone e l’avvocato Chiacchio, causa presentazione in Lega di fideiussione non regolare.

122769656591552" data-ad-slot="8449077421" data-ad-format="auto">

Ora la società campana dovrà ufficialmente presentare istanza di fallimento e, volendo, ripartire dalla serie D costituendo una società ex novo.

Brutto colpo per una piazza storica che va ad unirsi ai “buchi” di Bari e Cesena.

Adesso per quanto riguarda il campionato cadetto, dopo i ripescaggi ufficiosi di Novara e Catania, verosimilmente toccherà al Siena per coprire il terzo posto libero, anche se va detto che la Lega non ha ancora ufficializzato i primi due.