In sede di presentazione di Tachsidis, questa mattina il diesse Mauro Meluso ha fatto il punto sul calciomercato, sia in entrata che in uscita.

CASO LUCIONI – “C’è stata una trattativa lampo con il Sassuolo, ma c’è una distanza economica notevole tra quello che ho proposto e che il Lecce vuole e quello che vorrebbe dare il Sassuolo. Al momento per me non ci sono i presupposti affinchè Lucioni vada via, salvo rilanci da parte della società emiliana. Ha un contratto quadriennale e noi dobbiamo tutelarci a livello tecnico. Ci sono tre punti fondamentali perchè una trattativa vada in porto: 1) la volontà del giocatore, 2) l’accordo economico tra le società, 3) il tempo necessario per noi per trovare un’alternativa. Siamo in una posizione di classifica che ci permette di poter cambiare l’obiettivo ed ambire a qualcosa in piu’ della salvezza, per cui non esiste da parte nostra privarci di una pedina così importante per la squadra senza il giusto tornaconto”.

USCITE – “Torromino, Di Matteo, Arrigoni, Cosenza, Doumbia, Megelaitis e Dubickas sono tutti sul mercato. Per loro ci sono delle trattative a buon punto. Gli

ultimi due andranno via solo in prestito. Armellino non è sul mercato”.

FALCO E MANCOSU – “Per Falco non c’è stato alcun contatto con il Frosinone. Per Mancosu invece non c’è mai stata una trattativa vera e propria, ma solo timidi approcci. Vedremo. Ad oggi il calciatore è concentrato come sempre sul Lecce e non pensa ad altro”.

ENTRATE – “Abbiamo necessità di puntellare l’attacco. Faremo un altro movimento a centrocampo e forse un terzino sinistro. Se poi dovessero esserci novità per Lucioni ovviamente ci guardiamo intorno per una valida alternativa. Per la parte offensiva sono reali le notizie che sono circolate (Budimir e Tumminello, ndr), ma sto lavorando anche a qualcos’altro che non è venuto fuori sui giornali. Deiola a centrocampo? È possibile”.