Questa mattina si è presentato alla stampa leccese Panagiōtīs Tachtsidīs, centrocampista greco classe ’91, proveniente dal Nottingham Forest in prestito con obbligo di riscatto in caso di Serie A o con diritto nel caso in cui il Lecce dovesse rimanere in B, ma comunque soddisfatto delle sue prestazioni.
Queste le sue parole: “Sono venuto qui perchè c’è un progetto importante, mi hanno colpito anche umanamente il direttore Meluso e le altre persone che fanno parte della società. Non conosco la realtà di Lecce da vicino, ma so che è una piazza importante, quando sono arrivato in Italia era in Serie A. 
Io sono un regista, ma saro’ a piena disposizione del mister. Non c’è problema se vuole che faccia altri ruoli del centrocampo. Fisicamente sto bene, al Nottingham non giocavo perchè c’erano degli altri problemi che con il campo non hanno a che fare. Vorrei dimenticare la parentesi in Inghilterra, li’ non mi sono trovato perchè non fanno tattica. Io sono un giocatore che invece ama soprattutto la tattica del calcio. So che qui c’è un bel gruppo di squadra, cerchero’ di ritagliarmi il mio spazio e togliermi le mie soddisfazioni, senza rivincite. Il mio sogno sarebbe quello di tornare nella massima serie con questa maglia e di rimanerci a lungo, visto che per vari motivi nella mia carriera finora non sono mai riuscito a rimanere piu’di un anno nella stessa squadra. C’erano anche altri club su di me, sia di A che di B, ma ho scelto Lecce perchè sento che è l’occasione giusta”.