Napoli Femminile 0

Salento Women Soccer 0

Napoli Femminile: Del Pizzo, Schioppo, Asta, Russo (2′ st Cutillo), Di Marino, Risina, Massa (30′ st De Paula), Kubassova, Sibilio, Tammik, Bannikova. In panchina: Ruotolo, De Rosa, De Biase. Allenatore Geppino Marino.

Salento Women Soccer: Mariano; Sozzo, Felline, Ouacif, Costadura; Coluccia, Cucurachi, Pinto, Cazzato; Vitti (16′ st Lazoi; 45′ Bruno), Durante. In panchina: Errico, Aprile, Alfieri. Allenatrice Vera Indino.

Arbitro: Bocchini di Roma.

Note: spettatori circa 150. Ammonita: Di Marino (N). Recupero: pt 2′, st 4′.

Serviva un’impresa alla Salento Women Soccer per conquistare un risultato positivo sul campo della capolista Napoli e le giallorosse hanno centrato l’obiettivo al termine di una gara sofferta e tatticamente ben giocata con le risorse a disposizione. E sì, perché domenica all’appello mancavano alcuni pezzi da novanta dell’organico salentino, a cominciare dal capocannoniere Serena D’Amico, e poi ancora la centrocampista spagnola Munoz e ben tre difensori del calibro di Guido, Viva e Zaccaria. La risposta delle giallorosse è stata di quelle importanti, Cucurachi e le sue giovanissime compagne di squadra hanno tenuto testa alla corazzata partenopea conquistando un punto prezioso che è servito per riaprire i giochi in testa alla classifica considerato che adesso il Napoli ha soltanto tre punti di vantaggio sulle inseguitrici Grifone Gialloverde e Ludos Palermo. La corsa per i play off si annuncia quindi incandescente.

La Salento Women Soccer, che conserva il quarto posto in classifica, domenica prossima ospiterà al comunale di Collepasso il Sant’Egidio. In casa giallorossa però le attenzioni sono concentrate sul confronto di Coppa Italia di mercoledì 13 marzo: nel ritorno dei quarti di finale, D’Amico e compagne affronteranno ancora una volta il Napoli. La sfida per l’accesso alla semifinale si giocherà a partire dalla ore 15 al Cus di Napoli. Il match di andata è finito 1-1.

Ricordiamo il regolamento della competizione: “Ottengono la qualificazione alle semifinali le squadre che, al termine della gara di ritorno, hanno segnato il maggior numero complessivo di reti nelle due partite o, in caso di parità nelle reti complessive, il maggior numero di reti in trasferta. Risultando pari anche il numero di reti segnate in trasferta, le squadre disputeranno due tempi supplementari di 15 minuti ciascuno. Se, durante i due tempi supplementari, le due squadre segnano uno stesso numero di reti, le reti segnate in trasferta valgono doppio (ovvero, la squadra che gioca fuori casa ottiene la qualificazione). Se nessuna rete viene segnata durante i due tempi supplementari, l’arbitro provvede a far eseguire tiri di rigore, con le modalità previste dal “Regolamento del Giuoco del Calcio” al paragrafo: “Procedure per determinare la squadra vincente di una gara”.

Risultati (dici

assettesima giornata): Sant’Egidio-Aprilia 7-1; Grifone-Chieti 2-0; Apulia Trani-Pescara 0-0; Ludos Palermo-Potenza 6-0; Napoli-Salento Women Soccer 0-0; New Team-Vapa Napoli rinviata.

Classifica: Napoli Femminile 46; Ludos Palermo, Grifone Gialloverde 43; Salento Women Soccer 35; Sant’Egidio 30; Pescara 22; Aprilia 16; Vapa Napoli 14; Chieti 13; Apulia Trani 12; San Marco 7; Potenza 0.

Prossimo turno (diciassettesima giornata – 17 marzo): Salento Women Soccer-Sant’Egidio; Chieti-New Team; Pescara-Napoli; Grifone Gialloverde-Ludos Palermo; Potenza-Apulia Trani; Vapa Virtus Napoli-Aprilia