Un articolo riportato dal Nuovo Quotidiano di Puglia di oggi parla di una richiesta da parte dell’Agenzia delle Entrate di circa 600 mila euro di multa per “fatture false per far quadrare i conti nella ges

tione Tesoro”. Nell’articolo si legge che il club giallorosso nel 2013-14 avrebbe presentato fatture false per evitare di pagare l’iva all’erario. Ci sarebbero delle incongruenze relative al materiale acquistato, in netto contrasto dal settore in cui operavano le rispettive aziende (“materiale medico riabilitativo acquistato da una ditta che produce materiale elettrico).

Il club di Via Costadura, raggiunto sempre dai colleghi del Quotidiano, fa sapere che “dovrà essere la famiglia Tesoro a saldare il debito”. Circola anche l’indiscrezione relativa ad un ricorso del club salentino, che comunque lo costringerà a pagare immediatamente un terzo della somma totale. Un’altra strada potrebbe essere rappresentata dal pagamento dell’intera cifra dilazionata in delle rate che comporterebbero anche un “leggero sconto” per il club.