Strano, ma vero, a Brescia sono stati meno efficienti che a Lecce nei lavori che riguardano il restyling dello stadio. Il “Rigamonti” non ha infatti ancora ottenuto l’ok dalla Commissione di Viglianza a causa di alcune problematiche relative ai tornelli d’ingresso e al sistema di video-sorveglianza, motivo per cui il Club delle Rondinelle ha dovuto chiedere alla Lega l‘inversione di campo per il match di Coppa Italia di domenica prossima contro il Perugia; che dunque si giocherà al “Curi”.
Situazione che ha scatenato non poche polemiche nella città della Leonessa, dato che gli abbonati (circa 9mila) avevano diritto ad assistere alla gara in forma gratuita ed in questa maniera non ne godranno o quasi, a causa della trasferta forzata di oltre 400 km.
Che dire… una piccolissima rivincita nei confronti di chi fa sempre un confronto negativo del Sud con il Nord nel mondo del lavoro.