Gagliano del Capo si appresta ad ospitare la diciannovesima edizione del campionato del mondo Master di Corsa in Montagna. La prestigiosa competizione si svolgerà nella due giorni tra il 27 e il 28 settembre, ma i preparativi fervono in casa Atletica Capo di Leuca. L’associazione presieduta da Gianluca Scarcia sta organizzando la manifestazione per dare vita ad un evento sportivo, che convoglierà migliaia di podisti nel sud Salento provenienti da diverse nazioni. Per la precisione saranno ventisei le nazioni presenti, tra cui Nuova Zelanda, Giappone, Antigua e Australia. La cerimonia di inaugurazione è prevista il 27, giornata utile anche per gli accreditamenti che proseguiranno la mattina successiva. Giorno 28 partiranno le due gare: 6,5 chilometri e 10,9 chilometri saranno i percorsi sui quali si cimenteranno gli esperti della specialità podistica, nel contesto di panorami mozzafiato a fare da cornice ai sentieri tracciati dall’associazione organizzatrice, immersi nella natura incontaminata del tacco d’Italia. Un’occasione imperdibile quella di correre per la propria nazione ed ancora più nella propria nazione, ma non è tutto. Sarà un campionato del mondo unico e spettacolare perché si correrà sul mare, in un contesto che resterà a lungo negli occhi e nel cuore di chi potrà e vorrà essere della partita. Si correrà su un percorso tecnico ed impegnativo, che prevede solo un breve tratto su asfalto, il resto su sentieri erbosi e sassosi, i caratteristici tratturi. Dislivelli positivi da 330 a 496 metri (negativi da 207 a 374), in relazione alla distanza di gara. Si parte e si arriva in due posti diversi (previsto servizio navetta dall’arrivo alla zona di partenza). La competizione coinvolgerà gli atleti dalle categorie che partono da M e F35 fino a M ed F75. Le iscrizioni resteranno aperte sino al 22 settembre con i numeri destinati a crescere sempre di più. Con ogni probabilità si assisterà ad una delle edizioni più competitive e più partecipate, che appassionerà tantissimi amanti del podismo Italiano e internazionale.