Le nuove divise giallorosse della Lupa Lecce sono state esibite ieri sera presso il Bar Raphael, in occasione della presentazione ufficiale del roster guidato da coach Di Salvatore. Le casacche della stagione 2019-20 sono state realizzate in onore di mister Mimmo Renna (il tecnico che condusse l’Us Lecce Calcio in serie B nel lontano ‘76 per la prima volta nella sua storia). La società presieduta da Angelo Perniola ha omaggiato l’allenatore scomparso l’anno scorso, prendendo spunto dalle bande tracciate sulle magliette di quel famoso Lecce che fece sognare migliaia di tifosi. Un tributo speciale per un grande allenatore e soprattutto un buon auspicio per la nuova stagione. Perché la Lupa proverà ad emulare le gesta sportive degli eroi di Mimmo Renna e salire in B. Un filo conduttore tra calcio e pallacanestro cucito dalla Lupa Lecce e in particolare da Nico Renna, titolare del Raphael, vicepresidente della Lupa e nipote del compianto Mimmo”.

“Sulle nuove divise di quest’anno campeggia ancora il prestigioso logo della GLS e vogliamo ringraziare il dott. Roberto Abbrescia, che ci sostiene da quando militavamo ancora in serie D” – spiega il vicepresidente Nico Renna -. Mi auguro che tanti leccesi sottoscrivano l’abbonamento come segno di attaccamento a questi colori e alla nostra terra”.

“Voglio dire grazie al presidente e a tutto lo staff per gli sforzi che profonde questa società per riportare in alto il basket leccese. Ci tengo a ribadire che noi, come istituzioni, saremo al vostro fianco anche quest’anno” – commenta l’assessore allo Sport, Paolo Foresio -. All’assessore è stata consegnata la tessera dell’abbonamento e una piccola targa.

“Sono onorato per questa sala così gremita – prosegue il presidente Perniola -. La Lupa Lecce è diventata con i sacrifici di tutti una realtà amata e che ama il territorio. Tra l’altro quest’anno sono passati in prima squadra giovani cestisti salentini, che mi auguro in futuro possano ereditare la titolarità. Credo molto nel basket leccese per anni bistrattato. La vittoria non risiede nelle mani di un giocatore o nel tabellino personale, ma nella capacità di pensare sempre per gli altri e fare squadra. E lo cominceremo a fare da domenica a Manfredonia con l’obiettivo di portare a casa la prima Vittorie stagionale”.

Questa società l’ho creata 25 anni fa e c’è stata sempre grande continuità. Se non ci fosse stato Angelo saremmo rimasti un gruppo di appassionati, ma grazie al suo avvento e al lavoro di tutti i dirigenti stiamo diventando una realtà importante sul territorio” – chiosa Il direttore Luigi Natale -.

“Questa ragazzi hanno bisogno di grande tifo. Ci auspichiamo che il pubblico sia presente sugli spalti in maniera calorosa per sostenere i nostri giocatori” – dichiara il direttore sportivo Marco Stasi -.

Non smetterò mai di ringraziare il presidente Perniola che mi ha fatto ritornare nella mia terra dopo quasi trent’anni. Ho girato tante squadre in tutta Italia e posso garantirvi

che la Lupa Lecce è una società stimata e apprezzata in Italia, e non solo in Puglia. L’anno scorso è stato un anno bellissimo, seppur di sofferenza nel finale. Affrontiamo un campionato molto competitivo e per la prima di campionato a Manfredonia dovremo fare a meno per infortunio di Simone Salamina, che considero il playmaker più forte del campionato” – conclude coach Di Salvatore -.

Al termine della presentazione, la festa è proseguita negli spazi all’aperto prospicienti il Raphael con il taglio della torta glassata Lupa Lecce, in presenza della squadra, della dirigenza e di tanti tifosi giallorossi.