Con i tre gol incassati oggi in casa dell’Atalanta, salgono a 15 le reti subite dal Lecce in queste prime sette partite di campionato. I giallorossi giocano con una certa disinvoltura (la maggior parte delle volte, in tutta onestà, ma non sempre) dalla cintola in su, ma fanno decisamente fatica quando si tratta di difendere la propria porta. Si badi bene però che non desideriamo mettere sotto la lente d’ingrandimento la difesa giallorossa intesa come singoli calciatori, bensì la fase difensiva, che nel calcio moderno viene realizzata da tutti gli effettivi in campo. “Primo non prenderle” diceva qualcuno parecchi anni fa, e riteniamo che tale slogan sia più che mai attuale. Mister Fabio Liverani dovrà lavorare a lungo sulla fase difensiva per provare ad arginare l’emorragia di gol incassati (una media di oltre un gol a match). Viene in mente il “suo” primo Lecce, quello del post Rizzo, che incassava sì tanti gol, ma ne metteva a segno almeno uno in più rispetto agli avversari. Si sa però che la Serie A è un’altra cosa…