Ve lo devo confidare, stanotte non ho dormito. E non perché abbia mangiato pesante nè perché il Lecce abbia meritatamente perso contro l’Atalanta. Non ho dormito perché mi domandavo in continuazione che cavolo potessi scrivere su “Il Leccese” di oggi. Non mi andava e non mi va di fare il giornalista sportivo d’occasione. Non mi va neanche di fare il tifoso d’occasione. Lungi da me criticare Liverani o la squadra, siamo bravi tutti. Sarete d’accordo con me che oggi scrivere qualcosa di sensato risulta difficile. È il classico giorno del “come la fai la sbagli” Quindi vi parlerò della bellissima vittoria del Lecce femminile, ovvero della Salento Women Soccer. Squadra magistralmente allenata dalla Mister Vera Indino che ha messo insieme un gruppo di ‘ragazze terribili’ in grado non solo di vincere la prima partita stagionale in casa, ma soprattutto di vincerla contro la favorita del girone, la Ludos Palermo (squadra costruita per dominare il campionato), in svantaggio ed in 10. Un mix di giovani talenti e giocatrici d’esperienza, quello della Salento Woman Soccer. Non a caso i primi due gol della stagione sono stati siglati da Roberta Costadura (classe 2003) e la vice-capitano Benedetta Cucurachi. Questa volta la copertina l’hanno rubata le ragazze ai ragazzi.