Dalla Serie C alla massima serie con la maglia della squadra che ha sempre creduto in te. Ti chiami Filippo Falco, è il minuto 41 di un importantissimo Lecce-Sassuolo. Tu, con il numero 10 sulle spalle, sei entrato al minuto 15 per sostituire Babacar, compagno di reparto infortunato. Prendi in mano la palla, la sistemi con cura sulla zolla indicata dal Sig. Ros di Pordenone, la guardi, guardi la barriera, riguardi la palla, respiri profondamente e calci….pochi istanti e vieni travolto da un urlo incontenibile di gioia di chi, come te, ha sperato con tutto il cuore che quella palla finisse proprio lì, in fondo al sacco.  Corri verso la Curva, poi verso la panchina e poi uno sguardo orgoglioso in Tribuna. Piacere, mi chiamo Filippo Falco, sono di Pulsano ed ho pensato di rendere indimenticabile il mio primo gol in serie A.