Home Approfondimenti Sigarette mai spente... il punto dopo Parma-Lecce

Sigarette mai spente… il punto dopo Parma-Lecce

-

- Advertisement -
- Advertisement -

Come prevedibile, considerando la rosa contata e i tanti effettivi a mezzo servizio, il Lecce torna da Parma con la quarta sconfitta consecutiva sul groppone e chiude il girone di andata a soli 15 punti, ma con una lunghezza di vantaggio sulla zona retrocessione. Miracolosamente verrebbe da dire visto il trend delle ultime settimane ed i 38 gol subiti complessivamente in queste 19 giornate trascorse.

A dire la verità la squadra di Liverani ha giocato una gara dignitosa (come lo stesso mister auspicava alla vigilia) e tutto sommato ordinata, come del resto la scorsa settimana, ma come da copione ha palesato una notevole sterilità in attacco e la solita pochezza difensiva nei momenti clou del match, che alla fine prima o poi hanno pagato per gli avversari. Alla fine si potrebbe dire che il Parma abbia vinto quasi senza volerlo e questo, indubbiamente, fa ancora più rabbia, perché la sensazione, almeno dal di fuori, è che bastasse veramente poco ieri sera per strappare anche un solo punto dal Tardini (che se non altro avrebbe risollevato un pochino il morale). Questo però la dice lunga sull’inadeguatezza dei giallorossi in certi atteggiamenti durante la gara, soprattutto nella fase di non possesso e sulle palle inattive. A questo poi si aggiungono dei grossolani errori tecnici nella fase di costruzione (pur complessivamente piacevole a tratti), con un Tachtsidis ormai sempre più macchinoso e impreciso, che non possono certo impreziosire il contesto e/o dare fiducia ai compagni, senza voler sparare sulla croce rossa.

Che dire… tra cinque giorni nell’ “illibato”  Via del Mare (rigorosamente per noi) verrà l’Inter del “beneamato” Antonio, non certo l’avversario migliore per sperare di poter rialzare la testa in classifica; ma nell’attesa anche di un episodio fortunato che possa reinvertire la tendenza del torneo (e sì… non siamo neanche fortunati, vedi traverse di Babacar con l’Udinese e Lapadula ieri) è bene che Meluso porti a termine al più presto quelle tre/quattro operazioni di mercato necessarie tra centrocampo e difesa e se avanza qualcosa anche nel reparto offensivo (ma che sia un vero 9!), perché quelle tre che ci stanno dietro non potranno fare peggio di noi in eterno.

Matteo Pisacane

- Advertisement -
Avatar
Redazione
La nostra redazione è composta da tifosi del Lecce: la passione per i colori giallorossi anima la nostra voglia costante di tenerci e di tenervi aggiornati sul mondo della nostra squadra del cuore.

I NOSTRI SOCIAL

7,743FansLike
592FollowersFollow
62FollowersFollow
6SubscribersSubscribe