Intervistato da Itasporpress, l’ex portiere brasiliano Julio Sergio Bertagnoli, ora agente finanziario, in occasione del match Roma-Lecce ha raccontato aneddoti molto interessanti legati alle sue ex squadre, non dimenticando un ‘pronostico’ finale: “Posso ritenermi romanista, a Roma ho vissuto i momenti migliori della mia carriera in Italia, vincendo due Coppe Italia e andando vicino allo scudetto. Poi arrivò l’esperienza di Lecce, sfortunata dal punto di vista professionale, condizionata anche da un grave infortunio, ma molto ricca da un punto di vista umano. In quel periodo preferì il Lecce al PSG, proprio perché ero convinto sarebbe stato meglio per la mia vita fuori dal campo. E così è stato. Quella salentina è una città fantastica, dove mi sono fatto molti amici. La gara di domenica? “Il Lecce sta bene. ha entusiasmo per gli ultimi risultati, mentre la Roma non è riuscita a giocare come vorrebbe il suo allenatore. Ma è pur sempre una sfida tra due squadre con ambizioni diverse. Il Lecce è una neopromossa che vuole salvarsi, mentre la Roma una big. Non penso che sarà una partita dominata dai salentini o sottovalutata dai capitolini. Sarà una buona gara. Poi il calcio è magico… Spero che la Roma riesca a riprendersi e a calmare l’ambiente”.