Il Presidente del Torino Urbano Cairo ha affidato a La Stampa il suo pensiero circa il momento difficile che sta attraversando il nostro Paese toccando anche il tema del ritorno al calcio giocato: “Inutile avventurarsi in previsioni, davanti a una pandemia noi non possiamo che navigare a vista. Fissare un inizio o una fine ora è senza senso, ma nel caso riprendessimo l’ipotesi porte chiuse è la più probabile; questa emergenza ha compattato il calcio italiano, c’è più unità di prima. Molti falchi sono diventate colombe anche se è rimasto qualcuno che vuole fare il fenomeno, che rompe il fronte per avere vantaggi”.