Intervistato dal Nuovo Quotidiano di Puglia, Riccardo Saponara ha parlato del suo arrivo al Lecce e del momento delicato che sta vivendo il Paese:

LECCESono stato accolto benissimo, da un gruppo affiatato e da un tecnico e una società che mi hanno fatto sentire il proprio calore. E poi mi ha aiutato pure il calore e la disponibilità dei leccesi, mi sono ritrovato in un ambiente familiare, è una bella realtà che mi stimola. E anche il Salento, con i suoi paesaggi, mi ha colpito.

CORONAVIRUSIl mondo del pallone semb

ra un pianeta a parte, ma non siamo macchine, non potevamo svolgere regolarmente il nostro lavoro. E poi anche le partite con spalti deserti non sono belle da giocare, una situazione surreale. Credo si farà di tutto per concludere il campionato altrimenti ci sarà una perdita economica troppo alta. Però il rischio era troppo alto considerando tutte la massa organizzativa che gira intorno al calcio.

Credits foto: Andrea Stella