Home Lecce News Stop definitivo alla Serie A? Ecco chi andrebbe in Europa e chi...

Stop definitivo alla Serie A? Ecco chi andrebbe in Europa e chi in B: le ultime

-

- Advertisement -
- Advertisement -

Dall’ultima conference-call avvenuta ieri tra le Federazione e i Presidenti, è emerso ancora una volta che la maggior parte dei Club di Serie A (tra cui il Lecce) vorrebbe portare a termine la stagione, se non altro per ragioni di sostenibilità economica e soprattutto per non “ingolfare” il sistema nell’ottica della prossima stagione.

Una delle esigenze primarie, infatti, è quella di decidere una classifica definitiva e il più veritiera possibile, in grado di non bloccare la UEFA e tutte le altre categorie con promozioni e retrocessioni. Ancora una volta il numero uno della FIGC Gravina ha ribadito che si potrebbe andare anche oltre il 30 giugno (con deroghe sui contratti dei tesserati), ma è chiaro che tutto dipenderà dalla tregua che darà il virus e dalla quale si potrà estrapolare la data di ripresa (subito dopo un periodo di almeno 20 giorni per la riatletizzazione dei calciatori). Se però tutto ciò non dovesse verificarsi in tempi ragionevoli, e quindi le Leghe dovessero trovarsi costrette a gettare la spugna, ci sarebbe una soluzione per non cristallizzare le classifiche e dare comunque una continuità ai tornei per la stagione 2020/21.

Le ultime indiscrezioni del Corriere della Sera parlano di un nuovo meccanismo approvato: assegnare 3 punti a tutte le squadre con partite mancanti in modo da poter presentare le 4 squadre che andranno in Champions League (Juventus, Lazio, Inter e Atalanta), le 2+1 ai preliminari per l’Europa League (Roma e Napoli + Verona) e le 2 retrocesse (Brescia e Spal).

Questa situazione di fatto vedrebbe annullati soltanto: l’assegnazione dello Scudetto (la Juventus non spinge per vederselo assegnato “a tavolino”), la terza retrocessione (ne beneficerebbero in primis Lecce e Genoa) e la terza promozione dalla B mediante i playoff (che comunque non potrebbero essere disputati per ovvi motivi). Stesso ragionamento per i verdetti della C.

Dunque, un meccanismo che renderebbe più “equa” la situazione generale e che non andrebbe a rovinare anche i prossimi campionati con ricorsi che certamente avverrebbero da parte delle società che praticamente attendevano solo la matematica per festeggiare il salto di categoria (vedi Benevento in B, Monza e Reggina in C).

- Advertisement -
Avatar
Redazione
La nostra redazione è composta da tifosi del Lecce: la passione per i colori giallorossi anima la nostra voglia costante di tenerci e di tenervi aggiornati sul mondo della nostra squadra del cuore.

I NOSTRI SOCIAL

7,427FansLike
592FollowersFollow
63FollowersFollow
6SubscribersSubscribe