Home Approfondimenti ...A mente fredda...

…A mente fredda…

-

- Advertisement -
FOTO ANDREA STELLA PER ILLECCESE.IT
- Advertisement -

IL CONDUCENTE: Jurgen Klopp si laurea campione d’Inghilterra con il suo Liverpool portando i Reds al trionfo, a distanza di trent’anni dall’ultima volta; la sua carriera di allenatore è nata nel Magonza, squadra modesta tedesca, con risultati alterni, conditi anche da una retrocessione in seconda divisione. Forse qualcuno però, quando Jurgen firmò con il Borussia Dortmund, aveva visto in lui delle qualità che, con calciatori migliori potevano essere meglio applicate al gioco del calcio. Ebbene, Fabio Liverani al momento è il nostro Jurgen Klopp, riesce a trasmettere concetti importanti, di qualità, situazioni di gioco belle da vedere, tanto belle che, quando esci da una situazione difensiva palla al piede con massimo due tocchi, il pubblico (per ora seduto sul divano) si emoziona e forse sogna; poi però, lo stesso pubblico si sveglia dal sogno e l’avversario segna, perché la partita dura novanta minuti più recupero, e in cinquemila e cinquecento secondi, se gli interpreti in campo non sono perfetti, ci sarà inevitabilmente un attimo in cui, quei massimo due tocchi risulteranno imprecisi, quella distanza corta tra le linee risulterà più ampia e, quelle marcature asfissianti svaniranno, anche se solo per un istante; in breve, l’impressione è che Fabio Liverani sia più forte del Lecce, che il suo gioco, per portare a casa dei risultati, necessiti della perfezione, oltre che di raffinatezza e velocità di esecuzione; di gran lunga peggior difesa della serie A, la maggior parte delle 64 reti subite in 28 partite giocate, sono frutto di errori individuali, mancanza di concentrazione, limiti tecnici e/o di età anagrafica. Ma siamo ancora là, eh già, zero punti contro Milan e Juventus non sono un dramma, quella che resta però è la rabbia del chissà; chissà se avessimo avuto meno infortuni, chissà se non avesse sbagliato il controllo o il passaggio, chissà se al tiro si fosse trovato uno più dotato di un altro, o un altro più dotato di quell’uno.
Non c’è il tempo per respirare, ma è arrivato il momento di vincere e di non sbagliare.. AVANTI LECCE!

Alessandro Leo

- Advertisement -
Avatar
Redazione
La nostra redazione è composta da tifosi del Lecce: la passione per i colori giallorossi anima la nostra voglia costante di tenerci e di tenervi aggiornati sul mondo della nostra squadra del cuore.

I NOSTRI SOCIAL

8,381FansLike
592FollowersFollow
68FollowersFollow
6SubscribersSubscribe