Home Sala Stampa Fabio Pisacane: "Serie B campionato duro. Ho scelto il numero 4 perché..."

Fabio Pisacane: “Serie B campionato duro. Ho scelto il numero 4 perché…”

-

- Advertisement -
- Advertisement -

Il nuovo difensore del Lecce Fabio Pisacane si è presentato ai media questa mattina presso la sala stampa del Via del Mare: “Il campionato di Serie B è tosto, vengo qui senza pensare a quanto fatto sino a ieri, ma per guadagnarmi la stima e l’affetto della gente. Ringrazio il direttore Corvino per aver creduto in me. Sono pronto per scendere in campo già da domenica, ma è il Mister che deve fare le sue scelte, per me va benissimo qualsiasi soluzione perché questo è un gruppo forte, che sta facendo cose importanti.

Cagliari? Dico sempre che i giocatori vanno e vengono, rimangono due cose: l’uomo e la magia. Ho già giocato con Tachtsidis, ma conosco tutti i giocatori, è davvero un gruppo forte. Spero di poter guadagnare sul campo la stima dei tifosi. Reparto difensivo? Non penso che abbia mostrato delle fragilità; ci sono giocatori che sono all’altezza della situazione. Arrivo qui per completare il reparto, per portare il mio mattoncino alla causa nella speranza di poter realizzare un edificio importante a fine stagione. Spero di poter scrivere ancora delle pagine importanti, sono in una società gloriosa. Spero di poter presto avere il piacere di vedere i tifosi allo Stadio. Dove preferisco giocare? Non fa differenza per me, l’importante è dare il mio contributo. Mancosu? Sono contento di aver trovato sia lui che Vigorito, sono due ragazzi provenienti da una terra a me molto cara. Il capitano è un ottimo ragazzo, e come giocatore non lo scopro di certo io. Ho scelto il numero 4 in onore di San Francesco”.

- Advertisement -
Avatar
Redazione
La nostra redazione è composta da tifosi del Lecce: la passione per i colori giallorossi anima la nostra voglia costante di tenerci e di tenervi aggiornati sul mondo della nostra squadra del cuore.

I NOSTRI SOCIAL

8,549FansLike
592FollowersFollow
79FollowersFollow
6SubscribersSubscribe