Home Approfondimenti Per vincere occorre fare gol, ma non sempre basta

Per vincere occorre fare gol, ma non sempre basta

-

Presidente e allenatore, tifosi e giornalisti, tutti hanno ben descritto la buona partita che il Lecce ha disputato a Benevento. “Siamo in crescita” ha affermato soddisfatto Saverio Sticchi Damiani. Tra le tante cose positive possiamo sicuramente annoverare la grande personalità e compattezza dimostrata dai giallorossi, il buon approccio alla partita. Notevole è stata la gestione della palla e la rapidità nelle ripartenze. La squadra ha dimostrato una supremazia costante, a tratti totale (come nei primi 20 minuti), contro un Benevento svuotato, incapace di costruire un’ azione col minimo fraseggio.


Di fronte a quest’ottima prestazione un po a tutti noi è sembrato un delitto non essere riusciti ad espugnare il Vigorito. Ed infatti, il Presidente S.Damiani parla in modo esplicito di ” due punti persi”. Dello stesso tono sono le parole di mister Baroni che punta il dita contro la “scarsa incisività e concretezza” dei suoi giocatori dovuta a suo dire da una “superficialità nella fase conclusiva”.
Come non essere daccordo con queste sue parole: “per vincere non basta far bene, devi fare gol” !!!

Ma io aggiungo: non basta ancora! Serve dell’ altro. In effetti analizzando la buona prestazione dei giallorossi, essa non è il frutto di un miracolo improvviso o di una strana alchimia casuale in cui all’improvviso tutto si è ritrovato , aggiustato. Tutt’ altro.

La prestazione è il risultato di una reimpostazione realistica che mister Baroni ha effettuato. Il Lecce ha infatti abbandonato l’idea di un pressing alto per un pressing più cauto, d’ attesa.
Importante è stata l’ idea di evitare d’ imporre a tutti i costi il proprio gioco cercando invece di chiudere tutti i varchi e spazi grazie ai rientri a centrocampo per poi ripartire in velocità con più elementi dopo la riconquista della sfera. Gioco questo, facilitato anche dai numerosi errori dei sanniti in fase d’ impostazione ed uscita.


Se dal punto di vista tattico simili scelte hanno giovato non poco ai fini della prestazione generale, lo stesso può dirsi delle scelte tecniche attuate dove qualche giocatore finalmente è stato schierato nel proprio ruolo. Nella mediana, Hijulmand è rientrato nel suo ruolo naturale affiancato da Majer e Gargiulo, due vere mezze ali già pronte rispetto agli imberbi Helgason, Bjarnason, Bjorkengreen e Blin…..giovani ancora da integrare e da far maturare. Anche il mister si è reso conto di aver perso tempo ed ha promosso Hijulmand al vertice del centrocampo. Meglio tardi che mai, diremo noi!! Mi chiedo se Baroni abbia mai visto qualche partita del Lecce la passata stagione o era su di un altro pianeta…. Che dire dell’ attacco giallorosso? Di Mariano e Strefezza ( che non è un attaccante) hanno dimostrato buone abilità in dribbling ma poche nel vedere e centrare la porta mentre un Coda spuntato è rimasto ancora troppo isolato e poco assistito. L’attacco quindi è da rivedere visto che ora sono diventate tre le partite in cui i giallorossi non sono stati capaci di segnare su azione.


Credo che alcune scelte siano figlie di una dipendenza estrema al modulo “universale” e di un orientamento non condivisibile dove a farne le spese è il partner ideale di Coda, Rodriguez.
Da aggiungere è anche il fattore tempo. La squadra infatti è stata costruita in ritardo.


In definitiva, la bella prestazione di Benevento che ha fruttato ai giallorossi solo un pari è il frutto di alcune scelte precise, modifiche apportate da mister Baroni rispetto al passato, modifiche, aggiustamenti tattici e tecnici non ancora sufficienti a mio avviso. Urgono infatti scelte importanti in quella parte di attacco che oggi appare ‘superficiale’ , precipitosa e ‘poco incisiva’. Per il resto, quali tifosi, prendiamo tutto ciò che di positivo si è visto, consapevoli che la squadra crescerà! La prossima partita infatti, contro un avversario diverso, più chiuso, con meno spazi , il Lecce potrà verificare veramente la propria stazza, consapevoli che ora come ora occorre vincere e portare a casa punti fondamentali .


Stefano Lefons

Avatar
Redazione
La nostra redazione è composta da tifosi del Lecce: la passione per i colori giallorossi anima la nostra voglia costante di tenerci e di tenervi aggiornati sul mondo della nostra squadra del cuore.

I NOSTRI SOCIAL

9,035FansLike
592FollowersFollow
79FollowersFollow
30SubscribersSubscribe