Home Approfondimenti Sigarette mai spente... il punto dopo Pordenone-Lecce

Sigarette mai spente… il punto dopo Pordenone-Lecce

-

Dopo un mese esatto il Lecce è tornato in campo in una gara ufficiale e, tutto sommato, ha dato una risposta convincente. Come sempre sono i tre punti che contano, perciò è facile essere soddisfatti quando si vince, ma nonostante la classifica degli avversari non era poi così scontato ottenere la piena posta in palio. Sia appunto per l’incognita sosta, che per una mini-rivoluzione compiuta in rosa dagli avversari. Si sa, poi, che in B c’è poco di scontato, anche quando si affrontano le ultime della classe. Per questo motivo l’interpretazione assoluta della partita è stata ottimale.
Il Lecce ha approcciato benissimo il match e sin dal primo minuto ha tenuto le redini del gioco in mano costruendo la sua tela e andando in vantaggio al momento giusto, peraltro con una giocata meravigliosa, non abbassando mai la guardia in fase difensiva.

Unico neo, ovviamente, non aver chiuso i conti nel secondo tempo, nonostante le numerose occasioni per farlo (un paio clamorose) e l’inferiorità numerica del Pordenone per venti minuti abbondanti. Insomma un peccato di cui fortunatamente non abbiamo pagato dazio… Soltanto una l’occasione degna di nota dei padroni di casa, un colpo di testa su azione da calcio d’angolo con palla di poco fuori. Per il resto Lucioni e Co. in ordinaria amministrazione, confermando lo status di una delle migliori difese della cadetteria (da ieri la migliore insieme al Pisa con 15 reti al passivo).
Il girone d’andata dunque non poteva chiudersi meglio, considerando anche qualche risultato favorevole dagli altri campi, con la sconfitta del Pisa capolista in primis, e i pareggi di Benevento e Monza, mantenendoci così quinti a -4 dal primo posto, al netto del recupero col Vicenza. Dunque con un secondo posto virtuale a -1.

Un 2022, calcisticamente parlando che si è fatto attendere, ma che alla prima ha dato buone sensazioni.

Matteo Pisacane
Matteo Pisacane
Classe 1983, cresciuto a pane, Lecce e telecronache sportive. Sangue giallorosso nelle vene e giornalista per passione.

I NOSTRI SOCIAL

9,035FansLike
592FollowersFollow
79FollowersFollow
30SubscribersSubscribe